6 verità sul pollo
Il pollo italiano è allevato a terra
#Nonfareilpollo, conoscilo davvero
 
 
Alessandro Cecchi Paone
Giornalista - Divulgatore Scientifico
 
 
 

Ben l’83% degli italiani ritiene che i polli, ancora oggi, siano allevati in batteria la verità è tutt’altra. E invece questo tipo di allevamento è stato abolito 50 anni fa perché incideva negativamente sulla qualità della carne e non trovava gradimento tra i consumatori.

L’equivoco nasce dal fatto che ancora molti italiani confondono i polli con le galline, non sapendo che l’allevamento dei polli da carne e quello delle galline ovaiole sono due metodi di allevamento distinti e completamente diversi.

due razze diverse per due metodi di allevamento diversi

Per i polli da carne l’allevamento in batteria non esiste più da 50 anni: oggi il 100% degli animali viene allevato a terra, all’aperto o, più frequentemente, all’interno di ampi capannoni ben aerati e illuminati, dove razzolano liberamente su strati di paglia o truciolati di legni assorbenti e igienici. Inoltre, molti capannoni di ultima generazione sono dotati di speciali "botole" che permettono agli animali di uscire all'aperto.

Le galline ovaiole, invece, possono essere allevate in tre modi: a terra, all’aperto o in batteria. In quest’ultimo caso molti allevatori scelgono di adottare le gabbie – che prevede che le uova vengano deposte direttamente su un nastro trasportatore – per ridurre al minimo il rischio di contaminazioni microbiche tra il guscio dell’uovo e le deiezioni della gallina.

Attenzione quindi, se ci vengono proposte immagini di polli in batteria dobbiamo sapere che stiamo in realtà vedendo un allevamento di galline ovaiole o allevamenti non italiani o comunque risalenti a oltre 50 anni fa.

 
 
Non ha ormoni
Non ha ormoni
E' allevato a terra
E' allevato a terra
Non va lavato
Non va lavato
Non cresce ad antibiotici
Non cresce ad antibiotici
Contiene Ferro
Contiene Ferro
E' solo made in Italy
E' solo made in Italy
powered by Romavirtuale.com & INC